Home > Briscola in tre

Briscola in tre

Briscola in tre

Licitazione A partire dal primo alla destra del mazziere, in senso antiorario, ogni giocatore chiama una carta: La chiama solo per valore numerico, senza indicarne il seme. Per esempio: Nel giro o in più giri successivi si deve chiamare una carta con capacità di presa sempre inferiore alla precedente. Conclusione della licitazione La licitazione si ferma quando, dopo una chiamata, tutti dicono passo, o dopo che qualcuno ha chiamato il Due. A questo punto chi ha chiamato dichiara il seme, che sarà il seme di briscola. Per esempio aveva chiamato un Sei: Nota bene: Potrà dare indizi attendibili, col comportamento di gioco, ma si rivelerà solo al momento di mettere in tavolo la carta chiamata.

Fino a quel momento il chiamato gioca segretamente in coppia con chi ha chiamato che non sa di averlo a compagno contro gli altri 3 ciascuno dei quali non sa chi siano i suoi compagni, né chi sia il secondo avversario. Svolgimento Come nella Briscola in quattro. Chi ha chiamato deve vincere: Col cappotto questi punteggi si raddoppiano. Conclusione della partita Vince chi per primo raggiunge gli 11 punti. Questa nuova licitazione si fa sulla base del numero minimo di punti che ci si impegna ad accumulare.

Dato che per vincere bisogna fare almeno 61 punti, si dirà: Il primo giocatore di turno dichiara o chiama una carta, cioè chiede una carta di rinforzo per la propria mano specificandone il valore, ma non il seme: I giocatori successivi, fino al mazziere, devono a loro volta passare o chiamare una carta purché inferiore all'ultima carta chiamata.

L'ordine delle carte è quello della briscola normale: In caso di chiamata al due il rilancio parte da Alla fine della chiamata il giocatore che chiama la carta più bassa o, in caso di chiamata al 2, il valore più alto , dichiara il seme della carta da lui chiamata, che diventa briscola. Ulteriore possibilità di chiamata è il solo ; questa chiamata interrompe la dichiarazione: Questo tipo di chiamata viene anche detta a carichi.

Nella chiamata a carichi il chiamante dunque gioca contro gli altri quattro e nessun seme è briscola. Chi possiede la carta scelta giocherà come compagno del dichiarante chiamato anche amico del giaguaro o socio , generalmente senza rivelare la propria identità fino al momento in cui la carta chiamata viene giocata. È generalmente ammessa la pratica di chiamarsi in mano ovvero di dichiarare una carta posseduta da se stessi, in tal caso si gioca in uno contro quattro.

Nel caso in cui il chiamante abbia il due in mano e non voglia chiamarsi in mano spesso è accettata la chiamata al 4 obbligato. Al termine delle otto mani, si sommano i punti delle carte possedute dal chiamante e dal socio, che vincono se hanno rispettato il contratto ovvero, se non ci sono stati rilanci nel punteggio, se hanno totalizzato almeno 60 punti - in caso di patta si premia il chiamante, anche se esiste la variante per la quale il dichiarante deve superare la soglia di punti dichiarata.

In caso di cappotto ovvero totalizzando punti i punti persi o guadagnati si raddoppiano. Nonostante la peculiarità e probabilmente il fascino di questo gioco originino anche dal fatto di giocare in 5, esiste tuttavia la possibilità di giocare con un numero di giocatori diverso. Si tratta di una variante la più importante della Briscola classica ed in particolare della briscola chiamata semplice a 5. Concetto base della briscola chiamata il due o Ul Dü e subitt , rispetto alla Briscola a chiamata semplice: La distribuzione delle carte avviene in senso antiorario e ad ogni giocatore vengono date 8 carte. Il valore delle carte è quello tipico della briscola:.

Le carte prendono nello stesso ordine, quindi l'Asso prende sul Tre, il Tre sul Re, il 7 sul 6 etc. Il seme che è stato dichiarato essere il seme di briscola prende sugli altri e in caso di due o più briscole sul piatto prendono secondo lo stesso ordine. I giocatori sono solitamente 5. Previo accordo preventivo si possono aggiungere al gioco altri due giocatori, per un totale di sette.

Tali giocatori prendono il nome di 'mort'. Se vi sono 'i mort', due giocatori a turno, dopo la prima mano, quello che era di mazzo più il precedente fanno a loro volta i 'mort', rimpiazzati dai precedenti 'mort'. Sempre previo accordo preventivo possono esservi altri 2 possibili giocatori quindi un massimo di 9 giocatori ; sono chiamati 'quelli che aspettano' aspettanti.

Essi sono in attesa di subentrare se due 'lasciano' contemporaneamente. Non sanno se qualcuno lascerà, né chi possa essere. Ma se vi è stato l'accordo preventivo a 9, prendono il posto dei due giocatori che lasciano il posto, in qualsiasi momento succeda e fino alla fine del gioco. Finché non subentrano stanno ad un tavolo separato. Se subentrano, partono facendosi carico del punteggio dei due che hanno lasciato. Regola 1: La prima fase del gioco consiste nella chiamata. Dapprima ognuno prende a caso una carta dal mazzo scelto. Il giocatore con la carta più alta sceglie il posto al tavolo. Il giocatore con la carta inizialmente più alta comincia il gioco. Dopo aver mescolato le carte e fatto tagliare il mazzo dal giocatore alla sua sinistra che solleva un numero a piacere di carte facendo due mazzetti, oppure con un tocco sul mazzo 'non taglia' , il mazziere ricompone il mazzo se vi è stato il 'taglio': Si chiama direttamente il 2 e per vincere il punteggio è di 60 se non vi è un''asta'.

Se nessuno gioca una Briscola allora il turno viene vinto dal tipo di carta più alta. Se uno o più giocatori gioca una Briscola, vince la Briscola più alta. Ciascun giocatore a turno, inizia con il vincitore, poi pesca una carta dal mazzo coperto. Il vincitore della mano conduce poi quello successivo. Quando le carte coperte sono terminate, il giocatore successivo pesca la carta Briscola e il gioco continua fino a quando tutte le carte non sono state giocate.

A e C giocano insieme contro B e D. A da le carte. Briscola la tredicesima carta è un tre di cuori. Funziona allo stesso modo della versione a quattro giocatori. Le due squadre sono composte da tre giocatori ciascuna:. Si gioca allo stesso della versione a due giocatori, il mazzo viene ridotto a 39 carte e si toglie un 2. Tutti e tre i giocatori cercano di guadagnare il maggior numero di punti.

Briscola Bastarda Bastard Briscola , conosciuta anche come Briscola Chiamata Call Briscola è probabilmente la versione più divertente di questo gioco. La meccanica di base rimane la stessa, ossia lo scopo del gioco rimane quello di guadagnare il maggior numero di punti, ma ci sono due importanti colpi di scena nel gioco di base. Tutte le 40 carte vengono distribuite tra i giocatori. Ciascuno riceve otto carte, quindi non rimangono carte sul tavolo e ognuno vede fin dall'inizio tutte le carte che ha in mano. A partire dal giocatore alla destra del mazziere, tutti a turno "dichiarano" quanti punti faranno probabilmente nel gioco in base alle carte in mano.

La gara continua per diversi turni se necessario, fino a quando tutti i giocatori tranne uno hanno passato. Il miglior offerente quindi "chiama" la Briscola, cioè decide quale carta agirà da Briscola per il gioco. Egli dichiara quale è la carta scelta agli altri giocatori. Asso di fiori, per esempio. La carta denominata identifica il tipo di briscola, ma serve anche a definire quale dei giocatori rimasti farà coppia con il primo: Il problema è che nessuno, tranne il titolare, sa che uno dei giocatori farà coppia con il chiamante. Il gioco vero e proprio è lo stesso in una "tradizionale" Briscola.

Il gioco continua fino a quando tutte le carte noon sono state giocate. Il titolare dovrebbe evitare di rivelare la propria identità fino a quando arriva il momento di giocare la carta chiamata. Gli altri giocatori devono cercare di dedurre quale giocatore stia giocando con il chiamante, e regolare la loro strategia di conseguenza. Se il totale è uguale o superiore a quello che il chiamante ha dichiarato prima della partita ottiene 2 punti, il titolare prende 1 punto, e gli altri tre giocatori ottengono -1 negativo punto ciascuno.

Se il totale è inferiore al valore dichiarato, i tre giocatori ricevono 1 punto ciascuno, mentre il chiamante perde 2 punti e il titolare 1 punto. Perchè il 3 tre è stato elevato di rango subito dopo l'asso? Passi per l'Asso che in molti giochi di carte e solitari è la carta di valore più elevato, ma perchè il 3 e non il 7? In questo modo il Sette diventa la seconda carta più alta, e il Tre diventa uno scartino. La briscola è un popolare gioco di carte giocato con un mazzo di 40 carte, di quattro semi; solitamente giocato con 2 o 4 2 coppie giocatori. Si gioca con un mazzo di 40 carte diviso in 4 semi di 10 carte ciascuno.

I punti disponibili per ciascuna partita sono in totale , vince chi ne realizza almeno 61; se i punti sono 60 il gioco è pari. Terminate la disposizione dei giocatori, designazione del mazziere e distribuzione delle carte, secondo gli usi locali, il gioco classico segue delle regole di base abbastanza semplici: Partendo dal giocatore a destra del mazziere a seguire, ogni giocatore giocherà la sua carta che riterrà più opportuna, ovvero la poserà fisicamente sul tavolo, con lo scopo di aggiudicarsi la mano o di totalizzare il maggior numero di punti da solo o nel gioco di coppia.

Da parte dei giocatori non esiste alcun obbligo di giocare un particolare tipo di seme, come invece avviene in altri giochi basati sull'atout. L'aggiudicazione della mano avviene secondo regole molto semplici:

Varianti della briscola - Wikipedia

Ai fini del punteggio le carte che contano sono l'Asso (11 punti), il Tre (10 punti), il Re La carta scoperta è la briscola, cioè il seme che per quella partita sarà. Il gioco della Briscola a carte scoperte gratis on line. e che, se si gioca a briscola in tre è necessario scartare una carta, è presumibile che si scartasse la carta. Gioco di carte con regole di base identiche a quelle della Briscola in due, tranne che per i punti seguenti: All'inizio il mazziere. viene ridotto a 39 carte e si toglie un 2. Tutti e tre i giocatori cercano di guadagnare il maggior numero di punti. Lo scopo del giuoco della Briscola in tre è quello di ottenere più punti dei due Per giocare alla Briscola è necessario un mazzo di 40 carte, qualsiasi di quelli. Squadre, 2 coppie in 4, 2 squadre da tre in 6. Giro, Senso antiorario. Azzardo, No . Mazzo, 40 carte. Gerarchia semi, No. Gerarchia carte, A, 3, re, cavallo, fante, 7, 6, 5, 4, 2. Briscola è un popolare gioco di carte. Le origini della briscola sono controverse, alcuni. Briscola in tre, ognuno gioca per se', si gioca con 39 carte e si toglie un due qualsiasi, il vincitore e' il giocatore che si aggiudica due o tre smazzate.

Toplists