Home > Briscola regole gioco

Briscola regole gioco

Briscola regole gioco

Dopo il primo giocatore, anche gli altri tre gireranno una delle proprie carte. Si aggiudica la mano, portando a casa le quattro carte o due nel caso di un testa a testa , il giocatore o la squadra che avrà scelto la carta di briscola con il valore maggiore. Oppure, in assenza di briscola, la carta con il seme di mano con valore maggiore. Nelle ultime tre mani, nessuno pescherà nuove carte perché il mazzo si è esaurito.

E a seguire sette, sei, cinque, quattro e due. Asso e tre sono detti "carichi". Re, cavallo e fante "figure". Le altre carte sono dette "lisci", perché il loro valore serve solo per determinare chi si aggiudica la mano, ma non portano punti a chi se le aggiudica. Ogni round viene vinto dalla squadra o dal giocatore che colleziona più di 60 punti. In ogni mazzo, infatti, ce ne sono La partita viene vinta dalla squadra o dal giocatore che si è aggiudicato più "smazzate". Una delle varianti più note della briscola si gioca in cinque: All'inizio di ogni "smazzata", si svolge un'asta, in cui i giocatori "chiamano" una carta: Si gioca allo stesso della versione a due giocatori, il mazzo viene ridotto a 39 carte e si toglie un 2.

Tutti e tre i giocatori cercano di guadagnare il maggior numero di punti. Briscola Bastarda Bastard Briscola , conosciuta anche come Briscola Chiamata Call Briscola è probabilmente la versione più divertente di questo gioco. La meccanica di base rimane la stessa, ossia lo scopo del gioco rimane quello di guadagnare il maggior numero di punti, ma ci sono due importanti colpi di scena nel gioco di base. Tutte le 40 carte vengono distribuite tra i giocatori. Ciascuno riceve otto carte, quindi non rimangono carte sul tavolo e ognuno vede fin dall'inizio tutte le carte che ha in mano. A partire dal giocatore alla destra del mazziere, tutti a turno "dichiarano" quanti punti faranno probabilmente nel gioco in base alle carte in mano.

La gara continua per diversi turni se necessario, fino a quando tutti i giocatori tranne uno hanno passato. Il miglior offerente quindi "chiama" la Briscola, cioè decide quale carta agirà da Briscola per il gioco. Egli dichiara quale è la carta scelta agli altri giocatori. Asso di fiori, per esempio. La carta denominata identifica il tipo di briscola, ma serve anche a definire quale dei giocatori rimasti farà coppia con il primo: Il problema è che nessuno, tranne il titolare, sa che uno dei giocatori farà coppia con il chiamante.

Il gioco vero e proprio è lo stesso in una "tradizionale" Briscola. Il gioco continua fino a quando tutte le carte noon sono state giocate. Il titolare dovrebbe evitare di rivelare la propria identità fino a quando arriva il momento di giocare la carta chiamata. Gli altri giocatori devono cercare di dedurre quale giocatore stia giocando con il chiamante, e regolare la loro strategia di conseguenza. Se il totale è uguale o superiore a quello che il chiamante ha dichiarato prima della partita ottiene 2 punti, il titolare prende 1 punto, e gli altri tre giocatori ottengono -1 negativo punto ciascuno. Se il totale è inferiore al valore dichiarato, i tre giocatori ricevono 1 punto ciascuno, mentre il chiamante perde 2 punti e il titolare 1 punto.

Asso, 3, Re, Cavallo, Donna o Fante, 7, 6, 5, 4 e 2. In alcune zone della Toscana , la donna e il cavallo chiamato gobbo si invertono: In alcune zone d'Italia il 3 ed il 7 si invertono di posto: Disposti i giocatori, il mazziere mischia le carte senza guardare il mazzo, distribuisce 3 carte ciascuno facendo 3 giri e lascia una carta sul tavolo coprendola per metà con il mazzo posto trasversalmente ad essa, in modo che rimanga visibile a tutti per l'intero gioco: Partendo dal giocatore a sinistra del mazziere [2] e continuando in senso orario [3] , ogni giocatore calerà la carta che riterrà più opportuna, con lo scopo di aggiudicarsi la mano o di totalizzare il maggior numero di punti da solo o nel gioco di coppia o di gruppo.

Da parte dei giocatori non esiste alcun obbligo di giocare un particolare tipo di seme, come invece avviene in altri giochi basati sull'atout. Alla fine la mano è vinta dal giocatore che ha calato la carta di briscola col valore di presa maggiore o, in mancanza di questa, dal giocatore che ha calato la carta del seme di mano con il valore di presa maggiore. Se nessuno ha strozzato la dominante e se nessuno ha giocato una briscola, la mano è vinta dal primo giocatore di mano. La partita consiste quindi in un avvicendamento di diverse mani che si concludono con l'esaurimento del tallone, all'esaurimento del quale si ha l' ultima mano la quale è giocoforza costituita da tre prese che avvengono senza pescare altre carte, in quanto queste sono finite.

Una mossa del genere potrebbe spingere l'avversario a sprecare controvoglia una carta di briscola che altrimenti sarebbe pericolosa per i vostri carichi. Naturalmente c'è il rischio che l'avversario possa strozzare a sua volta con un carico. Una variante molto divertente di questo gioco si ha con la cosiddetta Briscola Scoperta. Le tre carte sono distribuite inizialmente coperte come nella versione normale, anche la carta per la determinazione del seme di briscola viene estratta nella maniera consueta.

Il tallone va tuttavia posto a faccia in su, in modo che la prima carta sia sempre conosciuta, i giocatori sanno quindi cosa viene pescato da chi fa la presa, e influisce molto sulla condotta del gioco. Dopo aver ricevuto le carte, tutti i partecipanti le pongono sul tavolo scoperte, è necessario che tutti sappiano in ogni momento quali carte sono in mano agli avversari. L'intera partita viene dunque giocata "al chiaro". Si capisce che il giocatore di mano ha un enorme vantaggio sugli avversari, vantaggio che normalmente spetterebbe l'ultimo.

Sembra un gioco banale ma non lo è affatto, è anzi molto interessante e tattico. In figura un esempio di gioco alla briscola scoperta, in questo caso il giocatore in basso, di mano, sa di non poter giocare il Tre perchè sarebbe strozzato dal Fante di briscola. L'avversario probabilmente risponde col Cinque sapendo che il Cavallo di Coppe che viene quindi pescato dal giocatore in basso in questo momento non è una gran carta. Segnalo infine una variante di gioco in cui vince il giocatore o la squadra che totalizza il punteggio più basso.

Nome richiesto. In caso di parità verrà giocata un'altra smazzata e si aggiudicherà l'incontro chi farà più punti. In caso di ulteriore parità si proseguirà con altre smazzate sino a che non sarà possibile determinare un vincitore o qualora uno dei giocatori non termini il proprio tempo di sfida. Cosa si intende per sfida? Come cambio le carte o i tavoli? Home Briscola Regole della Briscola. Entra e gioca!

E' vietata la riproduzione anche parziale di materiali presenti sul sito, ogni marchio è proprietà dei legittimi possessori. Partendo dal giocatore posto a destra del mazziere ogni giocatore scarterà la carta che riterrà più opportuna con lo scopo di aggiudicarsi la mano o totalizzare il maggior numero di punti. Egli non sarà costretto a gettare una carta dello stesso seme di quella già scoperta nel tavolo. Ad aggiudicarsi la mano sarà o il primo giocatore che determina il seme di mano calando la carta detta carta dominate , o un altro giocatore che scarta una carta del seme di mano con valore maggiore oppure giocando una qualsiasi carta del seme di briscola, anche con valore di presa inferiore rispetto alla carta dominante.

Vince chi cala la carta di briscola dal valore di presa maggiore o da chi cala una carta del seme di mano con presa maggiore.

Come giocare a briscola -

La Briscola è uno dei più diffusi giochi di carte in Italia, le sue origini risalgono al come lo Stracciacamicia per esempio, non possiede regole molto complesse. Per giocare alla Briscola è necessario un mazzo di 40 carte, qualsiasi di quelli . Le regole, le carte e le varianti di uno dei giochi più popolari. La gestione del gioco cambia a seconda che si giochi in due o in quattro (divisi. La briscola è un gioco di carte appartenente alla tradizione italiana, anche se il seme di briscola; secondo le regole basilari la carta che indica la briscola. Regole e varianti del gioco di carte Briscola italiana, con collegamenti ad altre fonti di informazione, software e giochi on line. Regole. N° giocatori, 2, 3, 4, 5, 6. Squadre, 2 coppie in 4, 2 squadre da tre in 6. Giro, Senso antiorario. Azzardo, No. Mazzo, 40 carte. Gerarchia semi, No. Gerarchia carte, A, 3, re, cavallo, fante, 7, 6, 5, 4, 2. Briscola è un popolare gioco di carte. Le origini della briscola sono controverse, alcuni. La briscola è un gioco di carte molto diffuso su tutto il territorio Italiano. Essa possiede un elevato numero di varianti a seconda della regione in cui viene giocata. La briscola è un popolare gioco di carte di origine italiana giocato con un mazzo di 40 carte, di quattro semi; solitamente giocato con 2 o 4 giocatori.

Toplists